TENUTA SANT'ANNA

La Tenuta nasce negli anni ’60 nel cuore della DOC Lison Pramaggiore dove fin dall’epoca romana, i terreni argillosi di questa zona furono dedicati alla viticoltura, e così per tutto il medioevo, durante il quale queste terre fornivano il vino alla Repubblica di Venezia all’apice del suo splendore.

I VINI

Sin dalla prima vendemmia Tenuta Sant’Anna si distingue nel panorama enologico per una scelta pionieristica per la viticultura del tempo: in un epoca in cui il vino era più che altro un alimento quotidiano, Tenuta Sant’Anna gli ha donato un significato superiore, producendo vini da monovitigno ed esaltando le caratteristiche di ogni uva, aprendo agli amanti del vino nuovi orizzonti e contribuendo a creare nel mondo l’immagine del vino italiano.

IL TERRITORIO

140 ettari di vigneto sono il patrimonio più prezioso dell’Azienda, che meglio di ogni altra cosa certifica il legame con il territorio e con la natura. I terreni argillosi e impermeabili, crepati sotto il sole d’estate, plasmano il carattere dei vini e conferiscono quella morbidezza e intensità che fin dall’antichità ha nobilitato queste terre.

L’aggiunta del controllo e della gestione della filiera, dalla vigna al calice, passando per l’imbottigliamento, garantiscono la genuinità e la freschezza che da anni contraddistinguono i nostri Spumanti e Vini.

TECNOLOGIA

L’impegno nell’essere sempre tecnologicamente adeguati ha richiesto costanti investimenti nei sistemi di monitoraggio di tutti i processi che portano l’uva a diventare vino, di strumentazioni che analizzano scientificamente le caratteristiche di salubrità di ogni prodotto e ne garantiscano la durata nel tempo.

MISSION

La mission dell’Azienda in oltre cinquant’anni non è mai cambiata: garantire un prodotto caratteristico, in linea con le aspettative dei consumatori più esigenti, capace di resistere, e spesso, migliorare col tempo.