Classici

Semplicità, immediatezza, fedeltà al vitigno: queste le caratteristiche dei nostri Classici

Bianco di Lison

Il vino bianco più tipico del Lison Pramaggiore, si ricava da un assemblaggio di Lison Classico (l’uva un tempo denominata Tocai) e una piccola percentuale di altri vitigni a bacca bianca. Una ricetta enologica tradizionale, antica quanto la cultura enologica veneta.

vai alla scheda >

Pinot Grigio

Vitigno di origine francese, è diventato il vitigno più famoso al mondo proprio partendo dall’Italia: nei territori del nord-est (Veneto, Friuli e Trentino Alto Adige) questo vitigno trova una felice collocazione e, vinificato “in bianco” restituisce vini di facile beva e buon corpo, che si abbinano con disinvoltura alle preparazioni più diverse.

vai alla scheda >

Chardonnay

Vitigno della Borgogna, diffuso per la sua adattabilità praticamente in tutte le migliori zone viticole del mondo. Nei terreni argillosi del Veneto Orientale il vino acquista una particolare eleganza e morbidezza, enfatizzando in maniera marcata queste particolari caratteristiche di quest’uva.

vai alla scheda >

Sauvignon

Vitigno originario del Bordolese, viene coltivato in con ottimi risultati anche in Italia, specie nel Nord-est. Nei terreni argillosi del Veneto Orientale ha trovato un habitat particolarmente favorevole allo sviluppo di un corredo aromatico sempre intrigante, personale e di particolare morbidezza ed eleganza.

vai alla scheda >

Rosso di Lison

Un taglio bordolese leggero e “beverino”, che si fa portavoce delle tradizione enologica del Veneto Orientale, manifestando l’antico amore di queste terre per i vitigni internazionali.

vai alla scheda >

Refosco dal Ped. Rosso

Il vitigno autoctono a bacca rossa più tipico e diffuso del Nord Est è un vitigno nobile e aristocratico, che si presta sia alla produzione di vini dal lungo affinamento, sia a vini freschi ma dalla forte personalità, con un fascino antico: quello della tradizione contadina veneta.

vai alla scheda >

Cabernet Sauvignon

Vitigno originario del bordolese, da tempo viene coltivato con successo in Italia. La grande adattabilità di questo vino al territorio permette di rendere particolarmente riconoscibili le caratteristiche del terroir. Nel Veneto Orientale da vita a vini morbidi e di buona struttura, di grande eleganza sia che essi siano affinati in legno o freschi e snelli.

vai alla scheda >

Cabernet Franc

Vitigno internazionale di grande fascino e personalità, si distingue dal Cabernet Sauvignon per i marcati sentori erbacei che lo caratterizzano, per una trama tannica meno fitta e più “selvatica”, ottima da abbinarsi con cibi dai sapori forti.

vai alla scheda >

Novello

Ottenuto principalmente da uve Merlot e Cabernet, il Novello di Tenuta Sant’Anna si distingue da sempre per la piacevolezza dei profumi, per il suo corpo rotondo, ben bilanciato e sempre piacevole.

vai alla scheda >

Merlot

Coltivato tra Veneto e Friuli fin dalla metà dell’800, il Merlot è ormai naturalizzato in quest’area, dove da vita a vini di buon corpo e morbidezza senza pari: facili da approcciare e da abbinare ai saporiti cibi tipici della tradizione veneta.

vai alla scheda >